Corsi: "Grande vittoria, dedicata ai tifosi e alla città"

 di Angela Sanzo  articolo letto 4703 volte
Fabrizio Corsi
© foto di Federico De Luca
Fabrizio Corsi

“Sono gioie indescrivibili come nell’86 e nel ’97, io ho la foto dei cugini di campagna e la tengo cara. E’ stata una grande vittoria, la dedico ai tifosi e alla città che tifa Empoli e anche a quella che tifa Fiorentina. Tentiamo di trasmettere la passione ai nostri giovani sportivi, i nostri numeri sarebbero da C ma tutto questo ci regala una grande immagine da fuori. Pelagotti tifa Fiorentina, ma ha esordito e ci ha regalato il successo. In campo avevamo molti giovani del vivaio, il nostro modo di fare calcio dovrebbe essere condiviso anche da altri”. Così il presidente Corsi si è espresso per la vittoria maturata nelle derby. Che poi ha continuato: “Abbiamo sofferto, ma alla lunga la qualità è venuta fuori. Chi fa gol ha sempre ragione, sono contentissimo. Siamo quasi alla salvezza, non voglio mettermi a fare i conti ma dobbiamo onorare il campionato. Il futuro dei ragazzi dipenderà da quello che faranno da qui avanti, ce la godiamo ma dobbiamo avere la lucidità per andare avanti così". La gioia. “Noi siamo contenti: loro spendono, noi regaliamo queste giornate o queste annate e alla fine può valere come una Champions. Noi facciamo calcio con risorse limitate”. Giampaolo. “Appena ci saranno le condizioni parleremo del rinnovo, ci confronteremo a breve. Siamo contenti per lui e per certi giocatori, ma contano molto queste ultime sei giornate. Dobbiamo onorare il campionato, ogni posizione in più o in meno ha un grande valore”.